13 ottobre 2016

RICORDI D'ESTATE: TI RICORDI DELL'ESTATE?


Era un posto fantastico perché il mare era molto pulito e il clima era perfetto per fare castelli di sabbia, un bel bagno e giocare a beach volley.
Mi piaceva mangiare il gelato e godermi i cibi pugliesi soprattutto i panzerotti fritti!
Mi piaceva molto mentre mi rilassavo sotto la pineta all'ombra.
Alcune volte, quando nuotavo, insegnavo a mio fratello come nuotare ed è stato un momento felice per me.


Quest'estate, nel mese di luglio, siamo andati al mare in Toscana, a Marina di Pisa.
Il primo giorno siamo andati in un parco avventura per poi rinfrescarci con un bagno fresco.
Ma non ci siamo mica fermati lì, abbiamo visitato anche: la sagra del totano fritto, la sagra del fungo porcino con polenta, Firenze, Lucca, abbiamo visto il concerto gratis di Edoardo Bennato e anche il Carnevale di Marina di Pisa. Ogni volta che andavo in un posto diverso provavo le stesse emozioni: curiosità, gioia e anche un po' di invidia per la loro bellezza. Eppure, pur essendo a casa, mi mancano e anche tanto.



Quando siamo arrivati siamo entrati nella casetta che abbiamo affittato, vicino alla casa c'era una piazzetta con i negozietti e delle aiuole con delle stradine. 
Ogni giorno andavo in spiaggia, il mare era calmo e trasparente, ma l'acqua non diventava subito alta e dovevi nuotare un po' per andare al largo.



Dopo un giorno di visita della città , di sera sono andato in un ristorante pizzeria; mentre camminavo, ho incontrato il mio migliore amico...
Siamo andati a cena insieme, al ristorante pizzeria e abbiamo parlato tutta la sera.
Quella sera ero molto felice, anche perché ci potevamo incontrare di nuovo a Zagabria e a Budapest, ma non ci siamo più visti purtroppo.



Il proprietario dei bagni era bravissimo e gentile, lui aveva tante cose, tipo: canoa, pedalò, una canoa che si usa in piedi con un remo, e tutto gratis.
Un giorno ho preso la canoa e sono andato fino alla boa rossa con mio papà; ho visto dei pesci che saltavano; una volta sono andato con il pedalò e ho visto tante meduse; il pedalò aveva lo scivolo e mi sono tuffato, ma c'era una medusa e l'ho schivata, meno male!



Quel giorno mi sono divertito tanto con i miei amici perché è stato bello giocare con loro a Star Wars in acqua e sulla spiaggia. 
Mi ricordo di una volta che siamo andati sul pedalò, lontano dalla riva, prima delle boe rosse ed eravamo vicino alle scogliera a fare i tuffi in mare. 
Il mare sembrava piatto, ma in realtà in superficie si vedevano delle ondine.



Quest'estate siamo andati in Canada. 
Siamo arrivati all'aeroporto di Toronto, poi siamo usciti e abbiamo aspettato lo zio che ci ha portato a casa sua. 
Mio zio abita a M..., la sua casa è grandissima, è in mattoni rossi, ha tre piani. 
Un giorno siamo andati a Ottawa, abbiamo visitato il Parlamento e la sera stessa abbiamo visto uno spettacolo sulla storia del Canada e degli indiani. 
Alla fine c'è stato l'inno nazionale e in quel momento mi sono emozionata.
  


Vi racconterò un posto nuovo diversissimo da quelli in cui di solito vado, cioè la Croazia.
La Croazia é un posto pieno di isole, le Kornati, e tante di queste sono disabitate.
Un giorno siamo andati dentro a sottomarino in un posto che si chiama "Biograd na moru".
Con il sottomarino abbiamo fatto il giro di due isolette e abbiamo avvistato pochi pesci, ma ci siamo divertiti.
Un altro giorno abbiamo fatto il giro in barca delle Kornati e su un'isola abbiamo fatto il bagno in un lago salato.
  


Per quest'anno ho scelto la spiaggia "Carmen" perché avevo visto molte bambine della mia età. In questa spiaggia c'erano anche dei giochi, un campo da pallavolo e dei tavolini, forse per fare pranzo lì.
Quando facevo il bagno l'acqua era sempre fredda, ma io mi rilassavo come se nel mare ci fosse un idromassaggio; sulla spiaggia c'erano delle canoe che si potevano usare. Una volta ne ho presa una ed è stato forte.
Ogni giorno passava una barca da cui dicevano :"Salite tutti sulla barca per fare una crociera vedrete i delfini."
Un mio amico ci è salito con i suoi genitori, quando è ritornato mi ha fatto vedere delle foto dei delfini e poi mi ha regalato un quadrifoglio.




Insieme alla mia famiglia abbiamo visitato tanti paesini e borghi della Puglia.
Uno dei prodotti più buoni e diffusi è l'olio di oliva, infatti ci sono i campi di ulivi.
Ad Alberobello una cosa tipica sono i panzerotti fritti o al forno. I panzerotti sono fatti di salsa di pomodoro e mozzarella, ricoperti di pasta di pizza.
La Puglia ha una terra molto rossa rispetto a quella della Liguria e i pomodori li fanno crescere in basso, non li fanno arrampicare, anche le vigne le fanno crescere in orizzontale.


Siamo scesi da cavallo e abbiamo indossato il costume e poi siamo risaliti. La parte emozionante arriva ora: siamo entrati in acqua e abbiamo ammirato l'alba!
Poi ci siamo messi in piedi sul cavallo, però il mio cavallo di nome "Sorriso" è voluto uscire.
Poi siamo usciti e tornati al maneggio e siamo andati in camera.
Lì mi sono lanciato sul letto e ho dormito due ore.



Quest'estate sono stato in quattro posti stupefacenti e la mia vacanza mi è piaciuta tantissimo!
Sono stato in vacanza col camper con i miei genitori ed è stato uno dei viaggi più elettrizzanti al mondo.
Al mare sono stato più di tre settimane ed è stato bellissimo, l'acqua che avvolgeva il mio corpo, la sabbia tiepida, la luce del sole che si rifletteva sull'acqua, sono state giornate stratopiche come dice Geronimo Stilton e come se non bastasse mi sono fatto una marea di amici.



Quest'estate, nel mese di agosto, sono andato a Diano Marina con mia mamma e mia nonna.
Quando sono arrivato all'hotel Mimosa ho incontrato Lia, una bambina francese, con lei nuotavo, giocavo e parlavo.
Quando Lia se n'è andata le ho detto che sarà sempre nel mio cuore.



Quest'estate sono andato al mare con i miei genitori e le mie sorelle.
Il mare era limpido e giocavo con i miei amici più cari a palla e ci tiravamo i palloncini d'acqua "i gavettoni", facevamo finta che fossero i nostri figli.



Quest'estate con la mia mamma e una mia amica sono andata in Grecia, la spiaggia era molto bella, ma il mare era alcune volte mosso. 
Facevamo molte escursioni in barca e quando scendevamo per fare il bagno, prendevamo la maschera e così ho visto una barca affondata.



Quest'estate sono andato in barca vela all'isola d'Elba; siamo partiti la mattina del 16 agosto.
Una mattina mi sono svegliato, ho fatto colazione, poi abbiamo fatto il bagno e siamo andati a vedere un relitto; abbiamo dovuto aspettare perché c'erano già alcune persone con le bombole.
Siamo andati con le maschere ed era bellissimo, mi sono divertito molto.



Al pomeriggio andavo sempre in piscina ed ero bravissima a fare i tuffi. Quando uscivo dall'acqua andavo a mangiare un buonissimo gelato.
Un volta siamo andati nella spiaggia dei cani, è una spiaggia fatta tutta per i cani e lì il cane può nuotare dentro l'acqua insieme a te. 
Io, mio papà e mio fratello abbiamo cercato di far nuotare il nostro cane e alla fine ci siamo riusciti con un croccantino.
Quando era entrato dentro l'acqua, io con la mascherina sono andata a vedere come nuotava.


Sono stato al mare più di un mese e ho seguito un corso di vela per tre settimane.
L'anno scorso l'avevo già fatto e quest'anno ho usato una barca piccola, l'Optimist, e una barca grande, il Trident.
Nel disegno mi trovo vicino all'isola di Bergeggi e ho disegnato i galleggianti che segnalano di non andare sull'isola.
Nel mare intorno ci sono dei piccoli squali che non fanno niente e che non fanno paura.



Quest'estate sono andato in Sicilia da mia nonna e i miei cugini. Lì è tutto più calmo perché ci sono poche automobili, ci sono i miei amici e i miei parenti e sono un po' più libero.
Andavo al mare con la mia famiglia e con mio fratello andavo sugli scogli a prendere i granchi.
Quando ritornavo a casa, facevo la doccia e mangiavo, poi si doveva andare a dormire ma io facevo finta e scappavo e andavo con mio cugino a pulire i suoi cani o i suoi uccellini.




Quest'estate sono andato ad Alberobello con la mia mamma, mia nonna e mia sorella; un posto fantastico perché ci sono i trulli che sul tetto hanno dei disegni: facce, lampi, cuori e tanti altri disegni.
Dentro ogni trullo c'era un negozio che aveva una terrazza da dove vedevo tutto il paese.
La nostra casa era piena di scale e puzzava un po' si umidità, ma dopo uno o due giorni mi sono abituato. Poi sono andato al mare dove ci sono i granchi, ma molto piccoli anzi minuscoli; mi ricordo che c'erano dei sassi molto grandi e dei cespugli d'erbe con le lucertole.



Una mattina ci siamo svegliati presto e siamo partiti subito. Arrivati in spiaggia, abbiamo subito fatto il bagno e ho imparato a nuotare.
Faceva molto caldo e allora appena sono entrata in acqua ho sentito una sensazione di sollievo.
La mia mamma e il mio papà giocavamo a palla e io ridevo sempre! 
Queste vacanze mi sono piaciute molto. 
Viva le vacanze!



Quest'estate io con i miei genitori sono andato in Romania.
Ci sono andato nel mese di luglio a trovare i miei nonni e i miei zii.
Un giorno sono andato in piscina ed ero emozionato, un altro sono andato al ristorante con gli amici, un altro giorno con questi amici sono andato anche in campeggio e abbiamo fatto il barbecue.
Quella volta siamo andati in una grotta di sale e faceva freddo come al Polo Sud.



Io con la mia famiglia sono andato al mare.
Nel mese di luglio, un giorno, mi ricordo che ero rimasto al mare un po' più tardi rispetto al solito, ero uscito dal mare e avevo salutato due amici che stavano andando a casa.
Qualche minuto dopo mi misi a giocare con mio fratello a calcio sulla sabbia, lui tirava io paravo, caddi a terra stanco e mi sotterrai con la sabbia, avevo lasciato solo la testa fuori.
Tornai a casa molto stanco. 
Mi feci la doccia e mi buttai nel letto e non ci volle molto per addormentarmi: è stata una bellissima giornata.



Poco più di un mese fa in questa spiaggia mi sono divertito un sacco.
Avevamo due gonfiabili, con questi giocavamo in un modo molto strano: andavamo molto al largo e ci tiravamo la palla, quando cadeva in acqua facevamo la gara a chi riusciva a prenderla prima. 
Quando ci siamo tuffati abbiamo visto un banco di pesci grandissimi che saltava attorno.
Lo so che lo rifarò anche se dovrò aspettare quasi un anno.
Mi piacerebbe provare ancora la sensazione di nuotare nell'acqua per molto tempo e adesso che lo sto scrivendo mi sembra di rifarlo.